Tag Archives: community manager

Il Community Manager

lavorare con internet

L’evoluzione del mercato e delle tecnologie informatiche sta spingendo sempre più imprese verso la ricerca di figure professionali in grado di raggiungere utenti e consumatori attraverso Internet. Si tratta di esperti impiegati nella gestione e nell’uso dei Social Network. Questa nuova figura professionale è quella del Community Manager.

La possibilità di raggiungere l’utente in qualsiasi luogo e in qualunque momento attraverso la rete web, ha creato nuove opprtunità di business per le imprese. Le comunità on line, come Facebook, Blogger e Twitter, sono luoghi di incontro virtuale dove si scambiano opinioni e si condividono notizie. Visto nell’ottica dell’azienda, sono strumenti che consentendo di allacciare rapporti con nuovi clienti e di consolidare quelli con i clienti esistenti, permettendo di promuovere prodotti e servizi.

Il community manager ha il compito di stabilire la linea editoriale all’interno del blog e del social network al fine di fidelizzare gli utenti e, una volta analizzato il flusso dei contatti, incrementarne il numero.

Requisiti essenziali per svolgere questa professione sono il possesso di una buona cultura generale, la padronanza della lingua e la capacità di elaborare testi. Serve anche un’approfondita conoscenza delle tecniche e degli strumenti di comunicazione online, come la conoscenza delle tecniche di indicizzazione utilizzate dai motori di ricerca.
Non esistono molti percorsi formativi per acquisire queste competenze per cui la scuola migliore rimane la pratica. Ceratmente è utile la conoscenza del linguaggio html, dei software di elaborazione testi e di elaborazione grafica nonchè la conoscenza dei sistemi per monitorare e misurare il traffico dei contatti.

Le nuove professioni per il 2012

Page Personnel, multinazionale inglese leader nella ricerca e nella selezione di figure professionali, traccia i dodici profili professionali in ascesa nel corso del 2012 nei diversi settori dell’economia: dalla finanza, ai new media, alla green economy, fino all’industria.

In gran fermento è l’area Itc, il settore delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Secondo l’ad di Page Personnel “Il mondo dell’informazione sta ribollendo, le innovazioni degli ultimi due anni e la diffusione dei ‘consumer device’, a partire dagli smartphone, si sono portate dietro tutta una serie di nuove figure”. Le figure più ricercate sono i community manager, i buyer online e i programmatori di app, in particolare per la piattaforma Android. E se spesso le aziende richiedono un’esperienza pluriennale, non è questo il caso del settore delle nuove tecnologie dove si è interessati solo alle competenze.

Non mancano le opportunità di lavoro nell’area della finanza. Una delle nuove figure ricercate è quella del forensic consultant, richiesta soprattutto dalle società di consulenza che affiancano le aziende quotate in Borsa dal punto di vista fiscale e contabile, che curano i sistemi di controllo per prevenire e identificare le frodi. È una figura di controllo anche quella del compliance officer, che nei gruppi bancari è chiamato a verificare la conformità delle transazioni e delle politiche aziendali con le norme anti-riciclaggio e quelle che regolano i mercati finanziari. Il compito dell’analista organizzativo è invece quello di essere il braccio destro del top management, rendendo più efficienti i processi aziendali.

Nella green economy, dopo il boom del fotovoltaico, le multinazionali stanno puntando al consolidamento delle loro quote di mercato e per questo sono alla ricerca di neo-ingegneri elettrici ed elettrotecnici a cui affidare la gestione e la manutenzione degli impianti che hanno realizzato. In crescita anche la richiesta di tecnici per gli impianti cogenerativi e a biogas.